MENU

Sposarsi in montagna

Per anni, da bambino, le mie vacanze estive hanno avuto il nome di un luogo, sempre lo stesso, ma mai identico a se stesso per la grande varietà di esperienze e sensazioni che ogni volta prometteva e riusciva a mantenere. Quel luogo era una valle incantata delle Dolomiti.  E in questo luogo, dopo tanto tempo, da adulto, sono tornato, proprio in un’estate così problematica come questa, piena di incognite e di incertezze.  Sono bastati pochi giorni per ritrovare quasi intatto lo stesso incanto perché la natura lì per fortuna non è stata ancora offesa dall’uomo e gli spazi immensi con cui le montagne si offrono sono generosi di alberi, di prati, di fiori, di profumi.

 

sposarsi in montagna

 

Tutti i sensi sembrano risvegliarsi, perché gli odori, i suoni, i gusti e le visioni di cui la natura dispone, quasi irrompono nell’ assuefatta dipendenza dalle nostre abitudini urbane,  obbligandoci ad un’attenzione e una riflessione maggiori. E’ stato proprio lo spettacolo che avevo intorno a suscitarmi un’immagine, quella di un matrimonio in montagna e come fotografo di matrimoni era quasi naturale che mi venisse in mente. Ho considerato che ogni destinazione, valle, territorio o stagione si presta a garantire uno scenario perfetto, che permette di accontentare e soddisfare qualsiasi desiderio o esigenza degli sposi.

 

sposarsi in montagna

 

Chi sceglie di sposarsi in montagna prima di tutto deve scegliere la stagione. Estate o inverno? Questa decisione per i forti contrasti che prevede, obbliga a soluzioni completamente diverse, entrambe però piene di suggestioni. Sposarsi in montagna nei mesi invernali è privilegiare il bianco, quello del vestito della sposa e quello della neve, l’eleganza, la rarefazione del paesaggio, la raffinatezza delle atmosfere.

 

sposarsi in montagna

 

Il prezzo da pagare per tanta meraviglia potrebbe essere quello di dover fare i conti con un clima non troppo benevolo, ma vale la pena correre il rischio se in cambio si guadagna un fascino simile. Fascino assicurato comunque anche a chi decide di sposarsi in montagna d’estate.

 

sposarsi in montagna

 

In questo caso il colore dominante sarà il verde, nelle sue sfumature più o meno intense; quello dei pascoli, degli alberi, dei prati e poi il colore azzurro di un cielo che quando è limpido difficilmente può essere eguagliato in bellezza. Il paesaggio, rispetto a quello invernale, è più movimentato, più ricco di particolari e permette sicuramente scenari e ambientazioni più composte. Paesini caratteristici, alpeggi con animali in libertà, baite, boschi, ruscelli, laghetti…scenografie a cielo aperto messe gratuitamente a disposizione per chi decide che un matrimonio in montagna è la scelta giusta.

 

sposarsi in montagna

 

L’organizzazione sicuramente sarà un po’ più laboriosa e dovrà essere studiata più accuratamente, ma i risultati premieranno le difficoltà eventualmente incontrate. Qualunque sia la stagione scelta, le soluzioni offerte su tutto il territorio sono sempre ricche e tutte allettanti. Pranzi organizzati nei rifugi o nelle baite in un’atmosfera così calda e accogliente da avere la sensazione di essere in famiglia, degustazioni di piatti tipici (ogni valle in montagna ne ha un assortimento notevole), musica dal vivo eseguita dai caratteristici strumenti o dai cori alpini, tutto quello che contribuisce a scaldare l’atmosfera e far dimenticare il freddo di fuori.

 

sposarsi in montagna

 

D’estate, Il caldo, mai eccessivo e insopportabile come spesso è nelle giornate afose in città, offre la libertà di appropriarsi degli spazi per organizzare il pranzo di matrimonio meno scontato che si possa immaginare, un picnic sull’erba. Estro e fantasia lo trasformeranno in un banchetto nuziale originale e simpatico. Con tutto lo spazio a disposizione sarà difficile sottrarsi alla voglia di ballare, anche tentando passi di danza tipica accompagnata dalla musica caratteristica alpina.

 

sposarsi in montagna

 

Per chi decide soluzioni più comode, baite e rifugi dispongono di spazi organizzati all’aperto con viste mozzafiato e con un servizio che non fa rimpiangere quello offerto da dispendiosi ristoranti, spesso un po’ anonimi e omologati.

 

sposarsi in montagna

 

Se questi argomenti non sono stati abbastanza stimolanti, proverò con la persuasione delle parole di un poeta inglese dell’ottocento, John Ruskin, che forse, non a caso, paragona la montagna, per la sua sacralità, ad una cattedrale, quindi il posto ideale per celebrare un matrimonio.

Le montagne sono le grandi cattedrali della terra, con i loro portali di roccia, i mosaici di nubi, i cori dei torrenti, gli altari di neve, le volte di porpora scintillanti di stelle.”

 

sposarsi in montagna

CLOSE